Estratto della Diretta Facebok di Oggi con ImperiaNews

michele parisi

Oggi siamo con Michele Parisi candidato di Forza Imperia a sostegno di Luca Lanteri, Parisi inizierei con una sua presentazione personale

 

Buongiorno a tutti mi chiamo Michele Parisi sono marito di Rita e papà di una bambina di nome Eleonora di 10 anni.
Ho sempre vissuto ad Imperia, sono nato a Imperia e da quasi 25 anni svolgo la professione di amministratore immobiliare nella mia città, sono titolare dell’omonimo studio, STUDIO PARISI.

Parisi come ha vissuto questa campagna elettorale utilizzando da parte sua soprattutto  i social network e un sito internet apposito

E’ stata una campagna elettorale a mio avviso evoluta, perché ritengo che ormai i tempi siano cambiati e quindi anche le campagne elettorali debbano essere trasformate.
Forse la gente è anche un po’ esasperata, vista anche la quantità di candidati, a dover subire continuamente pressioni, da un lato la scelta di fare un sito internet e una pagina Facebook ha dato comunque la possibilità alle persone di acquisire tutte le informazioni nei tempi e nei modi opportuni.
Molte tematiche sono state espresse tramite foto e video, trasmesse poi attraverso i social, è  una campagna elettorale che possiamo chiamare  2.0 
Io non sono un grande politico, non ho mai fatto campagne elettorali, diciamo che forse questa, sentendo parlare chi invece lo fa da anni, è stato una campagna complicata, perché evidentemente tanti sono i candidati sindaci e i candidati al consiglio comunale.
Sono costantemente per una mia scelta lavorativa continuamente a contatto con la gente, quindi con le tematiche che riguardano la mia città, devo dire che al di là di un po’ di confusione generale si è delineato in maniera netta e decisa una convinzione che il candidato Luca Lanteri sia la scelta migliore per la città di Imperia anche soprattutto per la forza della sua squadra che lo sostiene.


Tra i punti che più le stanno a cuore il recupero e la conservazione dei beni che abbiamo già ad Imperia

Certamente  questo è stato un tema che ho molto sottolineato nelle varie interviste e negli incontri con la gente, ho studiato il progetto di Luca Lanteri e lo condivido a pieno.
Se vogliamo rilanciare la città sotto un profilo generale di turismo, è chiaro che le grandi opere sono determinanti e quando si è parlato di grandi opere si è parlato di viabilità, di accessibilità, di strutture come il porto e come la pista ciclabile.
Però io forse proprio per la mia professione sono radicato sulla concretezza credo quindi che ci sia la necessità di affrontare le tematiche di ogni giorno, la quotidianità, prima di fare grandi opere bisogna pensare di conservare l’esistente.
Girando per la strada ci accorgiamo di queste problematiche che intralciano in qualche modo la vita di tutti i cittadini, mi riferisco a tutte quelle che sono le manutenzioni.
Al di là di tutto, se sarò eletto, il mio impegno sarà sicuramente radicato alla conservazione dell’esistente, alla valorizzazione dell’esistente, dato il bellissimo territori di cui disponiamo.
Il mio impegno sarà assolutamente radicato verso tutte quelle tematiche che riguarderanno l’arredo urbano e la manutenzione dell’esistente,  perché si possa avere un chiaro segnale di ripresa delle quotidianità e necessità che ogni giorno ascolto in mezzo alla gente.


Tra queste strutture sicuramente il teatro Cavour?

Si, al teatro Cavour sono molto legato, in quanto per quasi vent’anni, come dilettante, ho partecipato ad attività benefiche di volontariato rappresentando musical e spettacoli teatrali in generale. Porto questo teatro nel cuore.
Sicuramente è una tematica importante perché è l’unica struttura di Imperia dove può essere ospitata una rappresentazione teatrale e come nel passato  potrebbe anche riprendere proiezioni cinematografiche.
Quando parlavo di valorizzazione dell’esistente non si può fare a meno di prendere in considerazione il nostro unico teatro.


Dovesse vincere Luca Lanteri quale ruolo potrebbe andare ad occupare?

 

Mi metto a disposizione in maniera molto umile, perché ovviamente non ho nessuna aspirazione, se non quella di mettermi a disposizione della mia città e del mio candidato sindaco. Se Luca Lanteri vedrà in me le capacità e la giusta coerenza con quello che è il mio impegno, sicuramente quello di cui potrei occuparmi è l’arredo urbano.
Sono già tutti i giorni per la strada per curare gli immobili che gestisco ed ogni giorno sono chiamato dai miei clienti ad avere rapporti con la pubblica amministrazione.  Con la mia presenza sul territorio da quasi 25 anni in ambito lavorativo, posso dire di conoscerlo e di sapere quali sono le problematiche da risolvere.


Perché votarla e perché votare Luca Lanteri?

 

Beh in realtà questo è un appello che racchiude le mie precedenti  risposte e quindi evidentemente votare Michele Parisi vuol dire semplicemente dare una voce a tutte quelle che sono le vostre problematiche in ambito di città attraverso una figura che è già presente sul territorio.
Luca Lanteri ben si dispone con molta umiltà ad affrontare tutte quelle che sono le tematiche della città con la forza della squadra, di cui parlavamo prima, è certamente la persona vincente per amministrare degnamente la nostra città.

Quindi votate Luca Lanteri sindaco e votate Michele Parisi alle prossime elezioni per avere una reale risposta alle domande che da tempo ormai la gente si pone.

#alvoto, ospite Michele Parisi di 'Forza Imperia' per Luca Lanteri candidato Sindaco di Imperia

Pubblicato da Imperianews su giovedì 7 giugno 2018